Riforma pensioni, ultim’ora: Quota 100 non basta é riduttiva, parla Durigon



In questi giorni si parla sempre più spesso di Riforma pensioni e di quello che potrà accadere post quota 100, l’argomento é tornato sempre più da dibattito ‘social’ anche a seguito dell’insediamento del nuovo Governo Draghi e del ministro Orlando al ministero del Lavoro e delle politiche sociali. In tanti si stanno chiedendo cosa potrebbe cambiare e quali misure potrebbero evbistare lo scalone allo scadere della quota 100. Nei giorni scorsi vi avevamo fatto un quadro degli ultimi rumors relativamente alle proposte, si é aprlato a lungo della proposta di DelRio la quota 92, o di quella di Brunetta, scivolo per gli statali, o ancora della Quota 102 di Brambilla e del Ddl 2855 a prima firma Durigon.

Ogni proposta ha per qualche aspetto peculiare non convinto completamente i lavoratori. In questo dibattito già acceso si inseriscono quest’oggi le dichiarazioni rilasciate nel corso di un’intervista a Libero proprio da Durgon, considerato da molti il ‘padre’ di quota 100, che ha asserito, spiazzando parte ldei avoratori che forse ambivano ad una proroga, almeno temporanea, della quota 100, che essa non basta più, ed é una misura riduttiva. Vi riportiamo parte dell’intervista quella che maggiormente riteniamo calzante per il nostro sito, il sottosegretario al Mef, ha risposto anche su questioni relative alla pace fiscale ed al decreto sostegno.

Riforma pensioni 2021, quota 100? Non basta più, parla Durigon

Intervistato dal collega Antonio Rapisarda, di Libero, Claudio Durigon, passato da Ministero del Lavoro e delle politiche sociali al Mef, come sottosegretario all’economia, é alle prese col decreto sostegno, e rispondendo alle varie domande che gli sono state poste é emerso anche il nodo riforma pensioni e nello specifico la quota 100.

Così il collega analizzando il difficile contesto socio economico che il covid 19 ha enfatizzato specie nel mondo del lavoro, chiede: ‘Ha letto i dati istat sul lavoro?’

Durigon affranto risponde: Certo sono dati allarmanti, purtroppo e con lo sblocco dei licenziamenti avremo ancora cifre più drammatiche. Da parte nostra dobbiamo essere pronti: il mercato del lavoro avrà bisogno di più tutela sia in entrata che in uscita.”

Il Collega Rapisarda incalza il sottosegretario al Mef: e chiede cosa prevedete?

Dobbiamo permettere alle aziende di riorganizzarsi e per questo dobbiamo dotare imprese e lavoratori di un ‘cassetto degli attrezzi’, dove ci siano ammortizzatori sociali, e io spero che finalmente si introduca l’ammorrizzatore universale e sostegno per le assunzioni . E le dico di più quota 100 non basta più.

Riforma pensioni, se quota 100 non basta quale misura sarà necessaria?

Giustamente il collega di Libero non poteva non sondare l‘aspetto relativo proprio alla quota 100, giacché era stata proprio la Lega, nel Governo giallo verde ove Durigon era ministro del Lavoro, a volere fortemente la misura. Quindi una frase come ‘Le dico di più quota non basta più’ non poteva non destare curiosità.

Rapisarda, chiede, andando maggiormente nel dettaglio e forse lanciando una piccola ‘provocazione’ a…



Read More: Riforma pensioni, ultim’ora: Quota 100 non basta é riduttiva, parla Durigon

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Live News

Get more stuff like this
in your inbox

Subscribe to our mailing list and get interesting stuff and updates to your email inbox.

Thank you for subscribing.

Something went wrong.